Home > Condono multe slot machine

Condono multe slot machine

Condono multe slot machine

Gentile lettore, la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 72 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito in particolare punti 3 e 5: I commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list vedere il punto 3 della nostra policy.

Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. Vi preghiamo di segnalare eventuali problemi tecnici al nostro supporto tecnico La Redazione. Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. Cronaca Nera. Africa Express. Francesco Corallo , Sisal , Slot Machine. Prima di continuare Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. La normativa prevede che le macchine siano collegate in rete con la SoGei, la società pubblica che avrebbe dovuto garantire la regolarità della taratura degli apparecchi che, sempre in teoria, dovrebbero restituire un numero di vincite predeterminato ai giocatori.

A mettere in rete gli apparecchi avrebbero dovuto pensarci i concessionari, dieci soggetti privati selezionati dai Monopoli, pena una sanzione per ogni ora di mancato collegamento. I concessionari, essenzialmente, se ne fregano. Migliaia di macchinette non sono collegate alla rete e non vengono messe a norma neanche dopo i primi solleciti dei Monopoli. Le società, per il biennio — , pagheranno le tasse con una cifra forfettaria, quella prevista nel caso di mancato collegamento per cause di forza maggiore, senza che nei loro confronti venga erogata alcuna multa.

È la Corte dei Conti che, raccogliendo una serie di segnalazioni, dà alla Guardia di Finanza il compito di fare luce sulla vicenda del mancato collegamento delle slot. Una peraltro necessariamente parziale verifica consente alla Gdf di individuare migliaia di macchinette non collegate, lasciando intendere che il danno erariale possa essere elevatissimo. Il mancato controllo sulle slot è, in effetti, un problema enorme, come avrà modo di spiegare il generale Umberto Rapetto , a capo del nucleo speciale della Gdf: In sostanza, per un periodo piuttosto ampio di tempo, decine di migliaia di slot sono state del tutto fuori controllo, non solo per quel che riguarda la quantificazione degli introiti tassabili, ma anche per la restituzione delle vincite ai giocatori.

Da dove viene la cifra di 98 miliardi di euro? In pratica, la cifra finale viene fuori non attraverso calcoli su un ipotetico volume delle giocate, né applicando sanzioni che ipotizzano un abbassamento delle quote di vincita o altre operazioni di manomissione delle slot, ma semplicemente applicando le penali previste da un contratto sottoscritto sia dallo Stato che dai concessionari. La procura della Corte dei Conti contesta dunque ai concessionari somme per poco meno di 90 miliardi di euro qui l'elenco delle richieste alle singole società.

Ora bisogna fare un salto in avanti e arrivare al , quando la vertenza giudiziaria arriva finalmente a conclusione e la sezione giurisdizionale del Lazio della Corte dei Conti pronuncia la sentenza numero In questo senso va letto, dunque, il richiamo ai principi di ragionevolezza e proporzionalità e di perseguimento dell'effettività della sanzione che, secondo i giudici amministrativi, rendono razionale il riferimento al "compenso" per la gestione telematica. Un meccanismo di calcolo ben lontano da quello adottato dalla Corte dei conti nell'applicare tre anni fa le penali per danni erariali.

Tags Correlati: In sostanza, è interesse dello Stato mantenere un presidio sul settore attraverso concessionari autorizzati e controllati dall'amministrazione. La contestazione La contestazione, su cui è stata anche costituita una commissione parlamentare d'inchiesta, riguarda il mancato collegamento degli apparecchi alla rete telematica di proprietà dello Stato, gestita da Sogei.

Iva Inc. Se ne parla da vent'anni e ancora non c'è. L'Expo sembrava l'occasione buona per arrivare in. Il mercato dei mutui in Italia resta al palo. Nell'ultimo mese la domanda di prestiti ipotecari è. My24 Accedi. Archivio storico Strumenti di lavoro Versione digitale fb tw rss. Gli speciali di Norme e Tributi: Guide Gli speciali di Norme e Tributi:

La vera storia dei 98 miliardi di euro condonati ai signori delle slot machine

La bufala di 98 miliardi ai concessionari di slot machine ragione del “condono di 98 miliardi di euro alle concessionarie delle slot machine”. -dei-conti-multe- damiliardi-per-operatori-new-slotshtml. Slot machine, Corte dei Conti fa sconto da milioni al gruppo Bplus dei Corallo contratti non rispettati, penali, multe e interessi, devono pagare 98 somme dovute ( milioni di euro) con il condono deciso nel dal. Slot condonate, la multa ai cittadini 2 dissidenti pdl) proponeva la cancellazione del condono per le società concessionarie di slot machines. Quella dei 98 miliardi di euro "regalati" ai signori delle slot machine è una storia Il "condono" del Governo Letta, che c'entra con l'IMU. d. Ritengo che le slot machine nei bar siano sinonimo di un Paese in crisi. Multe per anche gli altri operatori: milioni per Cirsa Italia, milioni per Sisal Slot, milioni per Lottomatica, milioni per Il “condono”. Sanatoria in arrivo per le video lottery che sono già installate. Non sarà leggi Slot machine, più controlli le multe partono da euro//. Negli ultimi mesi è tornata a circolare una vecchia storia falsa che risale a cinque anni fa, secondo cui il governo avrebbe fatto uno sconto alle.

Toplists